IL CAMMINO DI SAN CAMILLO NELLA VALLE DELL’INFERNO

La Valle dell’Inferno, utilizzata in passato anche per la transumanza, è uno dei percorsi che ben racchiude in sè l’aspetto naturalisitico e quello religioso-spirituale del Gargano. Lungo l’antica mulattiera della vallata il 2 febbraio del 1575, infatti, è avvenuta la conversione di San Camillo De Lellis, evento che oggi è ricordato dalla grande croce posta sulla sommità dell’altopiano. In questi luoghi la carica mistica è fortissima e tanti sono coloro che percorrono il cammino in cerca di una propria dimensione di pace e tranquillità. Da un punto di vista prettamente naturalistico la vallata è incantevole per il panorama che da lì si può godere e per la presenza di numerose grotte dislocate lungo tutto il percorso.

IL CAMMINO DI SAN CAMILLO NELLA VALLE DELL’INFERNO


Descrizione

La Valle dell’Inferno, utilizzata in passato anche per la transumanza, è uno dei percorsi che ben racchiude in sè l'aspetto naturalisitico e quello religioso-spirituale del Gargano. Lungo l'antica mulattiera della vallata il 2 febbraio del 1575, infatti, è avvenuta la conversione di San Camillo De Lellis, evento che oggi è ricordato dalla grande croce posta sulla sommità dell’altopiano. In questi luoghi la carica mistica è fortissima e tanti sono coloro che percorrono il cammino in cerca di una propria dimensione di pace e tranquillità. Da un punto di vista prettamente naturalistico la vallata è incantevole per il panorama che da lì si può godere e per la presenza di numerose grotte dislocate lungo tutto il percorso.

Lunghezza percorso A/R

18 km

Tempo di percorrenza

6 h

Dislivello

guadagno perdita totale: 800 mt

Periodo

tutto l’anno, in estate munirsi di abbondante acqua.

Grado di difficoltà

EE (Escursionistico Esperto, solo per la ripidità di parte del percorso)